eSports Italia

Gianluca Di Marco (Lussemburgo): “Un orgoglio per noi e per la mia nazione qualificarci a eEuro 2020”

Nuova intervista esclusiva targata eSports Italia, questa volta con Gianluca di Marco, in arte Golf_R, capace con il suo Lussemburgo di qualificarsi a eEuro 2020.

Ciao Gianluca, benvenuto su esportsitalia.com. Sei di origini italiane, ma ci risulta che vivi a Remich, in Lussemburgo… Che ne dici di presentarti ai nostri lettori? Un piccolo ritratto. Raccontaci di te, delle tue passioni e hobby. Puoi parlarci anche del lavoro che fai, se vuoi. Dài, siamo curiosi di conoscerti meglio…

Ciao Giulio, grazie.
Si, sono di origine italiana, vivo e nato in Lussemburgo, dove ho la doppia Nazionalità.
Ho 32 anni, le mie passione le auto sportive e il calcio. Hobby? Ogni tanto giocare a calcio e giocare su console un po’ di tutto.

Nel mondo degli eSports sei conosciuto con l’alias “Golf_Rrrrracer” (Golf_R). Ce ne spieghi l’origine e il significato?

Nel 2014 comprai una Golf 6 R e dopo 9 mesi comprai la PS4 e da li e uscito il nick « Golf_Rrrrracer ».

Tu e Steve (in arte Tristaan89) avete qualificato il Lussemburgo alla fase finale di eEuro 2020. Le nostre congratulazioni! Ci illustri la formula della competizione? Dove si gioca, quando, se si competerà in due contro due o uno contro uno…

Grazie, grazie. Inizialmente l’eEuro 2020 avrebbe dovuto giocarsi a Wembley, ma purtroppo, per colpa del Corona Virus, si giocherà il tutto online, e sarà solo 1vs1 (che rabbia)! Se fosse offline sarebbe un mix di 2vs2 e 1vs1! Una figata.

Facciamo un passo indietro. Nella qualificazione ai prossimi europei ci hai messo del tuo, non c’è che dire. Dopo le sfide di andata il Lussemburgo era terzo. Poi sei entrato in scena tu, hai disputato tutti i match di ritorno del gruppo e hai centrato il primo posto. La rappresentativa fisica non ha mai raggiunto un risultato simile sul rettangolo verde. Hai dato una possibilità di riscatto all’intera nazione, sei d’accordo?

Sì all’andata Steve (tristaan89) e io ci siamo divisi ogni partita, giocando alla grande, ma non abbiamo concretizzato nel giusto modo. Sono stati bravi i nostri avversari ad avere la meglio, in alcune partite, su di noi. Per riscattare le partite d’andata, chiesi a Steve di prendermi la responsabilità di disputare le partite di ritorno e menomale che ho un compagno/amico che ha creduto in me e andò bene per la nostra Nazionale. Sì, e stato un orgoglio per noi e il Lussemburgo.
La Nazionale fisica raggiunse i quarti di Finali del’Europeo del 1964 che era un super traguardo per l’epoca, poi più nulla, purtroppo. La Nazionale attuale fa comunque ben sperare con dei giovani molto interessanti e dove la squadra spesso esce con ottimi risultati.

In cinque ore di strenua battaglia hai affrontato Lituania, Kosovo, Irlanda del Nord, Bielorussia e Georgia. Quale la partita più difficile? Hai sempre avuto il controllo della situazione o c’è stato un match in cui hai dovuto sudare particolarmente?

Sinceramente in questo PES non esiste « avere il controllo » di una partita perché si puç vincere e perdere contro chiunque, perciò se si vuol vincere sempre bisogna stare concentrati dall’inizio della partita alla fine. E per me è stata l’ultima partita contro il Kosovo la più dura mentalmente perché nella classifica eravamo tutti molto vicini. La Lituania era ad un punto da noi e, anche se avevamo assicurato il secondo posto, volevamo fortemente il primo posto per evitare i playoff. C’erano tre squadre (Lituania 16, Kosovo 13 e Bielorussia a 12) e noi affrontavamo il Kosovo e la Lituania contro Bielorussia. Il player più bravo che ho affrontato e stato genci45 del Kosovo! Ha un livello molto alto dove l’ho affrontato 2 volte su una gara di best of 2, la prima la vinse lui 1-2 e la seconda l’ho ribaltata al 96’’ 4-2 (tot:5-4) e la Bielorussia che batte la Lituania (tot:5-3) .Gruppo molto eccitante hehe.

A proposito, dov’era allestita la tua postazione di gioco? Eri da solo o in compagnia di qualche fan?

Nel salotto, come una persona normale hehe.
Ero in compagnia della mia compagna che mi sosteneva anche quando stava per andare male.

Sei riuscito a festeggiare? O forse la stanchezza per la maratona ha avuto la meglio?

Ero felice si, ma molto stanco. Non ero abituato a giocare per così tanto tempo concentrato al massimo, è stato molto pesante.

Quali sono le rivali più temibili a eEuro 2020? Conosci gli avversari? Li hai già affrontati sul campo?

Sono tutti forti, tutti quelli che parteciperanno non stanno lì per caso.
Certo ho giocato contro Italia, Romania, Francia, Spagna, Belgio ecc. in amichevoli e conosco i player che rappresentano le loro Nazionali, sopratutto la squadra francese e un player della Nazionale italiana. Tutti molto forti.

L’obiettivo del Lussemburgo?

Arrivare il più lontano possibile, anche se so che non sarà facile!

Ringraziamo Gianluca Di Marco per l’intervista e gli facciamo un grande in bocca al lupo per eEuro 2020 e per il futuro. Potete seguire le sue avventure tramite il suo canale Twitch https://twitch.tv/golf_rrrrracer

Avatar

Giulio Giorgetti

Esperto di Gaming, eSports e new media.

Add comment

Newsletter

Ricevi la Newsletter periodica inserendo la tua e-mail e facendo clic su Iscriviti. Se invece vuoi ricevere tutti gli articoli del giorno utilizzare il box "Articoli via email".

Corsi ESA

error: Content is protected !!