eSports Italia

eFootball 0.9.1: il gameplay è perfetto, ma tanta disinformazione. Ecco le 4 modifiche che servono ora.

Venerdì 5 novembre 2021 è stato rilasciato eFootball 0.9.1 che va a correggere alcuni bug rilevati sulla precedente versione. Nella lista delle correzioni apportate alla versione 0.9.0 è possibile vedere come la maggior parte degli interventi riguardino aspetti più grafici che relativi al gameplay.

Il gameplay infatti era già ottimo dalla prima versione rilasciata e con le modifiche di ieri si è semplicemente ottimizzata una macchina da corsa già potente. Il gameplay di eFootball è perfetto e conferma di essere il migliore mai rilasciato per un simulatore di calcio. L’esperienza di gioco è infatti non solo migliore dei precedenti giochi di Konami, ma anche di FIFA sviluppato dalla EA Sports.

A fronte di un meccanismo di gioco perfetto ci sono però due aspetti che ne stanno oscurando il successo: la mancanza di alcuni elementi che possano rendere l’esperienza di gioco continuativa e una disinformazione che gira sul web. Cerchiamo qui di parlare di questi due aspetti partendo da quest’ultima.

La disinformazione su eFooball

Sin dal primo giorno di rilascio di eFootball, il giorno 30 settembre 2021, è iniziata una campagna mediatica che va contro il nuovo gioco della Konami in maniera stucchevole e ingiustificata.

Konami ha sempre detto che il gioco che avrebbe rilasciato sarebbe stato rivoluzionario e che si sarebbe adottata una metodologia di sviluppo incrementale in simbiosi con le segnalazioni degli utenti. Semplicemente si sta verificando quanto la casa giapponese ha da sempre annunciato in via ufficiale.

Dal 30 settembre 2021 ad oggi è passato poco più di un mese, un tempo veramente limitato, eppure esistono a dismisura articoli fatti con lo “stampino” che riportano catture di bug già sistemati nelle prime due settimane da parte di Konami. Già questo dovrebbe far pensare, come mai ci sono siti web che riportano in maniera ossessiva dei bug già sistemati riprendendo magari catture prese nei primi giorni del web di altri senza farne di proprie?

Evidentemente il livello dell’informazione nel mondo dei videogiochi è molto povero e demandato a persone che o sono scarsamente informate o sono in malafede.

Prendiamo ad esempio la notizia di ieri in cui Konami ha annunciato che eFootball 1.0.0 che includerà la modalità con squadre creative (formazioni finte, ex MyClub) e la versione mobile verranno rilasciati nella primavera 2022. Questa notizia è stata presa in maniera errata da molta stampa e ci sono pervenute segnalazioni false da parte di utenti che evidentemente hanno letto sul web informazioni errate o manipolate. Di seguito riportiamo alcuni esempi.

Comunicati errate pervenuteci dagli utenti

“rinviata la patch” – FALSO

La patch, che è un aggiornamento software che va a correggere i bug è stato rilasciato il 5 novembre 2021. Anzi a dirla tutta già il giorno precedente, il 4 novembre, erano stati apportati alcune ottimizzazioni. La patch è quindi stata rilasciata e si chiama eFootball 0.9.1 come indicato all’inizio di questo articolo. Ciò che è stato rinviato è la consegna della modalità creativa (formazioni finte in stile FUT di FIFA o se preferite ex MyClub di PES) inizialmente prevista per l’11 novembre 2021 e che sarà rinviata a primavera 2022. Sempre nella stagione primaverile verrà consegnata anche la versione mobile. Al momento non sono note con esattezza né la data di rilascio del nuovo MyClub né quella per il mobile. Non è detto infatti che le due date corrispondano allo stesso giorno di rilascio. La primavera va da marzo a maggio, probabile che Konami proverà a fare i rilasci il prima possibile.

“rinviato tutto” – FALSO

Vedere sopra “Rinviata la patch”.

“rinviato definitivamente eFootball” – FALSO

Vedere sopra “Rinviata la patch”.

“rimando a maggio/di 6 mesi il gioco” – FALSO

Chi ci ha comunicato questa frase ha commesso un doppio errore. Per il primo vedere quanto scritto su “Rinviata la patch il secondo errore è che si assume un periodo esatto di 6 mesi. Chi dice questo pensa quindi già di sapere che il gioco verrà rilasciato a maggio 2022, ma mai e poi mai Konami ha parlato di questo mese. C’è da domandarsi quindi come mai si voglia inserire il numero 6 mesi, che è quello più elevato e il caso pessimistico. La risposta i nostri lettori se la daranno da soli, sembra evidente che ci sia qualcosa che non va in chi fa questo tipo di dis-informazione.

eFootball: gameplay perfetto, ecco cosa serve ora

Passiamo ora alla parte che ci interessa di più, la realtà dei fatti. Abbiamo il miglior gioco di calcio di sempre in termini di gameplay, ma purtroppo manca la possibilità di giocarci con continuità per via di alcune limitazioni. Andiamo quindi ad indicare qui di seguito una serie di modifiche essenziali da apportare eFootball 0.9.1 per avere subito un prodotto giocabile, possibilmente già entro poche settimane.

Dividiamo i nostri suggerimenti in due livelli: Essenziali e Futuri. I primi speriamo che siano attivati nel giro di pochissime settimane, mentre i restanti essendo più che altro estetici, possono arrivare con comodo in futuro.

Modifiche Essenziali

1. Aumentare i livelli di sfida

Al momento ci sono solamente due livelli di sfida. Considerando che è questa la principale modalità competitiva presente nel gioco è necessario al più presto aumentarne il numero per rendere il gioco più profondo.

2. Aumentare il numero di squadre selezionabili

Come già visto nell’edizione del 30 settembre 2021, è necessario riaprire le squadre di tutto il mondo per non limitarle alle poche attualmente presenti. Ad esempio io come tifoso della Fiorentina vorrò giocare con la squadra viola e non con la Juventus o l’Atalanta. Questo è un passaggio fondamentale anche per la realizzazione di tornei ufficiali, come ad esempio la BeSports, o amatoriali.

3. Permettere sfide tra utenti che si conoscono

La possibilità di sfidare degli amici online è sempre stato un punto debole di PES. Con eFootball è necessario eliminare il concetto di stanze (lobby) e avere un sistema più semplice e moderno tramite invito. Quindi poter inviare una richiesta di partita ad un amico che la accetta e si inizia a giocare. Si tratta di una modifica molto importante perché così facendo è possibile anche realizzare tornei professionistici o amatoriali.

4. Caricamento automatico ultima formazione, salvataggio e moduli

Un altro punto di debole storico di PES è il caricamento della formazione iniziale. Logico e semplice è adottare il salvataggio automatico dell’ultima formazione messa in campo, in questo modo si accelerano anche i tempi di realizzazione delle partite. Molto stressante è infatti ad ogni partita dover riassettare la squadra con le nostre esigenze. Manca poi il salvataggio e il caricamento delle formazioni salvate che è un ulteriore funzionalità che andrebbe inserita al più presto. Va inoltre permessa, sia nel pre-gara sia durante l’incontro, la possibilità di cambiare velocemente i moduli.

Modifiche Future

Le modifiche che si possono apportare in futuro sono alcuni aspetti grafici che andrebbero migliorati, come ad esempio alcuni giocatori che presentano, almeno su PS4, bocche mal fatte e capelli grigi. Durante l’incontro questi difetti non si notano e non incidano sul gameplay, ma sono fastidiose durante i replay. In termini di funzionalità è amata la modalità Master League, quindi la possibilità di realizzare un campionato in locale. In questo caso però è stata la stessa Konami a dire che l’intelligenza artificiale per i movimenti delle squadre mosse dal computer non erano una priorità, pertanto inutile chiederla in anticipo. Questa potrà essere rilasciata in futuro, senza fretta.

Conclusioni

Con le prime quattro modifiche da noi suggerite sarà possibile iniziare ad utilizzare il gioco con continuità e attivare il mercato eSports con eFootball tramite le squadre autentiche (formazioni reali). Ricordiamo che da crono-programma Konami ha previsto per l’inverno la realizzazione di una sua piattaforma eSports della quale al momento non si sa nulla. Ad ogni modo riteniamo sia necessario permettere a tutto il movimento esportivo di iniziare ad organizzarsi tramite tornei realizzati con metodi classici, questo permetterebbe alla stessa società giapponese di lavorare con più comodo sulla sua piattaforma. Il gioco è bellissimo, ma adesso c’è la frustrazione di non poterlo utilizzare come si vorrebbe. Confidiamo in Konami.

Giulio Giorgetti

Direttore eSportsItalia.com

Newsletter

Ricevi la Newsletter periodica inserendo la tua e-mail e facendo clic su Iscriviti. Se invece vuoi ricevere tutti gli articoli del giorno utilizzare il box "Articoli via email".

Corsi ESA