eSports Italia

Mercieca (WeArena): “eSports per Club: ci sono troppi pochi tornei, serve una maggiore mentalità imprenditoriale”

Per l’appuntamento eSports Italia Talk intervistiamo oggi Marco “IlMerci81” Mercieca, direttore tecnico della divisione esportiva di WeArena.

Ciao Marco, bentornato su eSportsItalia.com e complimenti per l’organizzazione della BeSports 2021. eSports Italia ha premiato WeArena per la formula innovativa del torneo oltre che dedicare una menzione speciale alla Lega B. Quali sono stati i punti di forza di questa competizione e cosa dobbiamo aspettarci per la BeSports 2022?

La Nazionale Italiana ha vinto i Campionati Europei 2020 e ci fornisce un assist per parlare del problema delle formazioni reali e quelle finte. La eNazionale eFootball PES gioca con i giocatori effettivi come Donnarumma, Insigne, Immobile, Chiesa, ecc mentre la eNazionale di FIFA ha visto schierare Pelé, Gullit, Mbappe con la “sacra” maglia azzurra. Non pensi che sia meglio utilizzare per club e federazioni professionistiche le rose reali?

Che ne pensi dell’idea iniziare a dividere gli eSports in due macro aree: Club e Team? I club possono creare le loro divisioni eSports e realizzare tornei solo con squadre reali, quindi con le formazioni effettive e imporre l’obbligo di giocatori stipendiati (con uno pagamento mensile o una tantum). Ad esempio la eSerie A va giocata solo ed esclusivamente con rose reali e solo con player a cui va riconosciuto un compenso. I team invece possono continuare a fare i tornei già esistenti e continuare ad utilizzare le modalità esistenti. Può essere questa una soluzione per creare ordine e far crescere il professionismo negli eSports?

A prescindere da cosa accadrà il prossimo anno con la questione licenze FIFA e PES e club di Serie A, c’è la necessità di aumentare il numero di tornei dedicati ai club. Di fatto questo è stato il primo anno in Italia dove abbiamo avuto sia la eSerie A che la BeSports, ma tolte queste due competizioni ci sono stati molti mesi senza nessun evento. Credi che sia ora di iniziare a lavorare su dei campionati eSports paralleli a quelli reali per estendere la durata della stagione competitiva a vantaggio sia degli spettatori che degli sponsor? Bisogna infatti considerare che ad esempio la eSerie A si è svolta in soli 3 giorni e più che un campionato alla fine è stato un minitorneo…

Notizia delle ultime ore è che si giocherà la terza edizione della BeSports, anche questa volta organizzata da WeArena dopo il successo della scorsa stagione. Si parla di presenza negli stadi. Puoi fornirci qualche informazione in più in merito a tempistiche e modalità?

Giulio Giorgetti

Direttore eSportsItalia.com

Add comment

Newsletter

Ricevi la Newsletter periodica inserendo la tua e-mail e facendo clic su Iscriviti. Se invece vuoi ricevere tutti gli articoli del giorno utilizzare il box "Articoli via email".

Corsi ESA