eSports Italia

Loot Box, introdotti Pacchetti Anteprima in FIFA: primo passo di EA per evitare polemiche sull’azzardo.

Ecco come funzionano i Pacchetti Anteprima e cosa si può fare di più per evitare che un videogame diventi un gioco d’azzardo.

A partire dal 18 giugno 2021 durante il Festivall del FUTball sono stati introdotti i Pacchetti Anteprima all’interno di FIFA 21.

Si tratta di un’importante novità all’interno delle cosiddette loot box del gioco di calcio della Electronic Arts (EA) per cui gli utenti hanno ora la possibilità di conoscere il contenuto del pacchetto prima di acquistarlo.

Questa è la schermata che tutti gli utenti vedranno quando proveranno ad acquistare un pacchetto:

Ecco una simulazione pratica prendendo come ad esempio un pacchetto bronzo di 400 monete.

Controlla Pacchetto Anteprima

Nell’anteprima pacchetto l’utente ha la possibilità di vedere il contenuto ancora prima di acquistarlo. Nella simulazione sono presenti i giocatori disponibili e un pulsante Acquista.

Se l’utente fa clic su Acquista verranno scaricati i soldi, altrimenti se preferisci non prenderlo perché lo ritiene di scarso interesse può aspettare 24 ore per provare a vederne un altro.

Promemoria Pacchetto Anteprima

Qualora il pacchetto non sia acquistato rimane disponibile un’anteprima del suo contenuto con il giocatore con più alto valore.

Acquisto Pacchetto Anteprima

Qualora invece si decida di acquistare un pacchetto il sistema propone ben chiaro l’importo che verrà speso e chiede un’ulteriore conferma.

Anteprima disponibile solo su pacchetti a pagamento

La novità dei Pacchetti Anteprima introdotta su FIFA 21 è disponibile solo sui pacchetti a pagamento dove l’utente spende soldi per acquistarli. Nel caso invece di pacchetti omaggio rimane il meccanismo classico.

Loot box e gioco d’azzardo

Le loot box sono considerate molto vicine al mondo del gioco d’azzardo e in alcune nazioni sono stata già introdotte misure per vietarle ed in altri paesi lo si sta facendo.

Ad esempio nel parlamento inglese si sta discutendo il report denominato “Loot boxes in video games” in cui si evidenziano i rischi legati al gioco d’azzardo ai minorenni.

Il problema delle loot box non è solo che potrebbero essere correlate al gioco d’azzardo, ma che sono utilizzate dai minorenni.

Una formula tipo quella dei Pacchetti Anteprima è una delle soluzioni per non incappare in questa problematica.

In Italia, dove la legge sul gioco d’azzardo è ben regolamentata, per il momento il fenomeno delle loot box ancora non è stato normato a dovere.

Suggerimenti per il futuro: Introduzione di limiti di spesa anche nelle loot box

Conoscendo molto bene il fenomeno del gioco d’azzardo e lavorando nel mercato del gioco legale dal lontano 2008, mi permetto di suggerire alcune soluzioni per andare a tutela di genitori, figli e in generale di tutti gli utenti: l’introduzione dei limiti di gioco e l’acquisto in due passaggi.

Un punto di forza infatti del mondo dei siti legali autorizzati dallo Stato italiano è quello di imporre dei limiti di deposito mensile.

Ad esempio un utente può decidere di spendere su un sito legale di casinò al massimo 50 euro in un mese. Oltre quella cifra non può andare, il sistema lo vieta.

La stessa cosa la si potrebbe fare all’interno non solo di FIFA, ma di tutti i videogiochi che hanno formule di acquisto equiparabili alle loot box.

Ad esempio su giochi tipo FIFA o eFootball PES si potrebbe introdurre una normativa italiana che obbliga gli utenti ad impostare un limite di spesa per l’acquisto di beni virtuali di massimo 10 euro al mese.

Oltre a questo c’è poi da lavorare sulla verifica che l’acquisto sia stato fatto realmente da un maggiorenne e non da un minorenne.

Capita più volte di leggere di genitori che si ritrovano addebitati sulla propria carta centinaia se non migliaia di euro per acquisti fatti impropriamente dai propri figli. Questo fenomeno può essere combattuto creando una procedura di acquisto in due passaggi dove ad esempio per ogni acquisto viene richiesto un codice di acquisto tramite telefonino.

Non bisogna criminalizzare le loot box, ma di sicuro l’introduzione di Pacchetti Anteprima insieme all’inserimento di limiti di gioco e doppia verifica dell’acquisto con un secondo passaggio permetterebbe di far si che i giochi rimangano tali e non diventino forme di azzardo.

Chiudo facendo presente che l’introduzione dei Pacchetti Anteprima è al momento previsto per il solo evento Festival di FUTball, ma credo e spero che diventerà il nuovo standard per il futuro non solo per FIFA, ma per tutti gli altri videogiochi.


Giulio Giorgetti

Direttore eSportsItalia.com

Add comment

Newsletter

Ricevi la Newsletter periodica inserendo la tua e-mail e facendo clic su Iscriviti. Se invece vuoi ricevere tutti gli articoli del giorno utilizzare il box "Articoli via email".

Corsi ESA