eSports Italia

Nasce la eAcademy: Academy Udinese eSports

L’Udinese Calcio è tra le società di Serie A più attive nel mondo degli eSports, ha creato un suo team interno completamente dedicato ai videogiochi competitivi, produce il programma televisivo eSports ARENA, è stata la prima ad avere caster professionali per le dirette streaming ed ha allestito uno spazio dedicato per le sessioni live alla Dacia Arena.

Abbiamo avuto modo di intervistare Italo Zangrando, responsabile Udinese eSports, che ci ha parlato del progetto eAcademy.

Come nasce l’idea di creare l’Academy Udinese eSports?

Innanzitutto ti ringrazio per aver sottolineato come Udinese eSports sia stata molto attiva in questi primi mesi di vita, ci siamo posti fin dall’inizio diversi obbiettivi sia a medio che a lungo termine ed uno alla volta li stiamo raggiungendo; l’accademia è uno di questi e siamo orgogliosi di essere la prima società, di Serie A, a presentare un progetto innovativo e ben strutturato. Non è però una novità nel mondo eSports, tutti i team hanno (alcuni da diversi anni) una loro accademia oppure organizzano dei tornei con lo scopo di fare scouting. Udinese Calcio ha già per il calcio reale una importante Academy presente su tutto il territorio nazionale, per questo motivo e per differenziarci l’accademia degli eSports si chiamerà eAcademy. Abbiamo presentato ufficialmente l’eAcademy durante la puntata del nostro programma televisivo eSports ARENA martedì 16 giugno, con un nuovo logo personalizzato e dedicato solo a questo progetto.

Come sarà strutturata la eAcademy? Ci sono dei costi da sostenere?

Oltre alle doti naturali i players dovranno sempre più applicarsi con costanza e dedizione, il compito dell’accademia è creare le condizioni perché ciò avvenga. L’eAcademy suddividerà i partecipanti in più gironi a partire dal principale, cioè il Girone A. Seguendo quindi la formula del calcio reale con le varie Serie inferiori, ci saranno il Girone B ed il Girone C; le vittorie o i piazzamenti porteranno ad una promozione diversamente dei risultati negativi ad una retrocessione. Così facendo avremo nell’arco di poco tempo un livellamento dei partecipanti e tutti, nel Girone di appartenenza, avranno i giusti stimoli per provare a vincere o raggiungere una posizione in classifica tale che consenta il salto di categoria. Ci saranno poi dei tornei tra tutti i partecipanti ai vari Gironi che renderanno l’eAcademy ancor più innovativa e gratificante. Sarà inizialmente gratuita ed a breve faremo il primo test che coinvolgerà 40 players.

Il progetto è pensato sia per FIFA che per PES? C’è l’idea di aprirla in futuro ad eventuali altri videogiochi?

L’eAcademy sarà dedicata sia a FIFA che a PES, verrà gestita in collaborazione con WLT Gaming e prevede due regolamenti differenziati e dettagliati.
C’è la volontà di estenderla in futuro anche ad altri videogiochi e proprio in quest’ottica abbiamo aperto un form nel nostro sito https://udineseworld.udinesespa.it/it-IT/udinese-esports/ per raccogliere i dati e le richieste dei gamers.

Dacia Arena

Come si entra nella eAcademy di Udinese eSports?

Ci sono più possibilità per entrare nella eAcademy. Potremo contattare direttamente dei players già conosciuti ed affermati nel mondo eSports. Partecipando a dei tornei online che organizzeremo e che avranno come premio l’accesso alla eAcademy. Partecipando in futuro a dei tornei live, la Dacia Arena ha già dimostrato di essere una location spettacolare per ospitare eventi eSports. Presentando direttamente una richiesta corredata da informazioni e risultati ottenuti all’indirizzo [email protected], valuteremo e cercheremo di rispondere a tutti.

Quali sono i requisiti ideali in termini di skill ed età che deve avere un candidato ideale?

L’età minima per partecipare all’ eAcademy è 16 anni ed i requisiti base sono dedizione, educazione e correttezza. L’abilità è fondamentale per poter primeggiare in ogni competizione, ma non sarà l’unico aspetto che valuteremo nella scelta dei players.

Entrare nella eAcademy aumenta la possibilità di diventare un giocatore dell’Udinese eSports o comunque di diventare in futuro un pro player?

Tutti i partecipanti possono ambire a diventare pro-player ufficiali di Udinese eSports.
I ragazzi saranno seguiti durante tutto l’anno e potremmo decidere di far debuttare alcuni di loro nelle competizioni amichevoli online e coinvolgerli in eventi live. Il primo player che è entrato a far parte della eAcademy è Riccardo “Dastardly_27” Nordio che ha già giocato lunedì in una competizione online di FIFA20 indossando la maglia dell’Udinese. Ci aspettiamo una importante crescita di questo settore nei prossimi anni e l’ eAcademy ci potrà garantire un “roster” di prim’ordine.



Giulio Giorgetti

Esperto di Gaming, eSports e new media.

Add comment

Newsletter

Ricevi la Newsletter periodica inserendo la tua e-mail e facendo clic su Iscriviti. Se invece vuoi ricevere tutti gli articoli del giorno utilizzare il box "Articoli via email".

Corsi ESA

error: Content is protected !!